Agenzia Dinamica è il punto di riferimento per i cittadini stranieri a Milano e in Italia.

Conversione Permesso di Soggiorno

Condividi questa pagina:

L'area Business fornisce servizi specialistici alle aziende che devono procedere all'assunzione di personale altamente qualificato attraverso canali normativi quali:

 

  • Carta blu UE, che consente l'ingresso di lavoratori extracomunitari altamente specializzati;
  • Conversione permesso di soggiorno da studio a lavoro, relativa a cittadini non comunitari che desiderano proseguire la propria attività lavorativa dopo un periodo di formazione in Italia;
  • Decreto flussi, riguardante l'ingresso di lavoratori stagionali extracomunitari in settori quali agricoltura e turismo.

 

Attraverso l’Area Business le aziende possono affidare a professionisti esperti in materia di conversione permesso di soggiorno la predisposizione e presentazione della documentazione richiesta dalla normativa, sollevandosi dall'onere gestionale.

 

Il servizio mira a supportare le imprese nell'ottenimento delle necessarie autorizzazioni in tempi brevi e con modalità conformi, al fine di perfezionare con successo le assunzioni programmate di personale altamente specializzato.

 

Conversione permesso di soggiorno da studio a lavoro

La conversione permesso di soggiorno da studio a lavoro può essere richiesta seguendo un preciso iter normativo.

 

È necessario inoltrare domanda di nulla osta al lavoro subordinato alla Prefettura competente per territorio, allegando documentazione attestante il rapporto lavorativo.

 

Rilasciato il nulla osta, è necessario presentare istanza di conversione del titolo di soggiorno alla Questura. Il cambio di motivo di soggiorno da studio a lavoro è possibile nell'ambito delle quote ministeriali stabilite annualmente col Decreto Flussi, il cui bando definisce termini e modalità per la conversione permesso di soggiorno da studio a lavoro.

 

Esistono due possibili tipologie di conversione:

 

  1. Da lavoro subordinato, laddove già in possesso di un regolare contratto di lavoro;
  2. Da lavoro autonomo/imprenditoriale, applicabile a chi intende avviare un'attività in proprio a seguito del titolo di studio conseguito.

 

Il rispetto di tutti gli adempimenti previsti dalla normativa garantisce il buon esito della procedura di conversione del permesso.

 

Conversione permessi di soggiorno da studio in permesso per lavoro subordinato o autonomo" (extra quote ministeriali)

La normativa italiana prevede la possibilità di conversione del permesso di soggiorno da studio a lavoro anche al di fuori delle quote annuali stabilite, a condizione che siano soddisfatti specifici requisiti di idoneità legati al titolo di studio conseguito e alla proposta lavorativa ricevuta.

 

In particolare, possono richiedere tale tipo di conversione tutti i cittadini non comunitari che abbiano completato determinati percorsi formativi in Italia. È inoltre indispensabile che gli interessati abbiano ottenuto datori di lavoro disponibili ad assumerli a tempo determinato per un periodo non inferiore a un anno, da provare tramite la presentazione di un contratto di lavoro preliminare. In particolare i requisiti sono:

 

  1. Laurea breve -3 anni: titolo accademico di primo livello rilasciato al termine di un corso di durata non inferiore a tre anni.
  2. Laurea specialistica: titolo accademico di secondo livello ad accesso ristretto a seguito del superamento di una prova selettiva.
  3. Diploma di specializzazione: attestato superiore alla laurea che testimonia la specializzazione in una determinata disciplina.
  4. Dottorato di ricerca (minimo 3 anni): titolo di studi di terzo e più alto livello conseguibile con un percorso formativo della durata non inferiore a tre anni.
  5. Permesso di soggiorno in corso di validità nel momento di presentazione della domanda.
  6. Maggiore età del richiedente al momento della conversione del permesso.
  7. Presentare una proposta di assunzione da parte del datore di lavoro a mezzo contratto dalla durata determinata non inferiore ad un anno.

 

Qualora in possesso di tali titoli accademici e offerta occupazionale, i richiedenti in regola con il permesso di soggiorno possono quindi presentare istanza di conversione del titolo anche al di fuori delle quote ministeriali.

ELENCO DOCUMENTI PER CONVERSIONE LAVORATORE AUTONOMO
DECRETO FLUSSI EXTRA QUOTE LAUREA AUTONO
Documento Adobe Acrobat [118.7 KB]

ELENCO DOCUMENTI PER CONVERSIONE LAVORATORE SUBORDINATO
DECRETO FLUSSI EXTRA QUOTE LAUREA SUBORD
Documento Adobe Acrobat [119.5 KB]

conversione permesso di soggiorno

CHIAMACI ADESSO NOI SAPPIAMO AIUTARTI!

Conversione del permesso di soggiorno per motivi di studio/tirocinio in lavoro subordinato/autonomo (quote ministeriali)

La normativa italiana stabilisce annualmente delle quote ministeriali per la conversione del permesso di soggiorno da studio/tirocinio a lavoro subordinato/autonomo. Le quote ministeriali sono il numero massimo di nulla osta al lavoro che il Ministero dell'Interno assegna annualmente alle varie Prefetture per l'accesso al mercato del lavoro italiano da parte di cittadini stranieri.

 

Nello specifico, per quanto riguarda la conversione del permesso di soggiorno da studio/tirocinio a lavoro subordinato/autonomo, il Ministero stabilisce una certa quota da ripartire tra le varie realtà territoriali italiane.

 

Questi posti autorizzati sono poi distribuiti dalle Prefetture a coloro che presentano domanda sulla base della procedura prevista dal Decreto Flussi. Le quote hanno lo scopo di regolare l'ingresso dei lavoratori stranieri in ambito occupazionale, in risposta alle effettive esigenze delle aziende e nel rispetto della programmazione dell'immigrazione.

 

Il rispetto del limite numerico fissato a livello ministeriale per ogni annualità costituisce quindi un requisito essenziale per il buon esito delle istanze di conversione del titolo di soggiorno. La domanda di conversione deve quindi rientrare nei limiti numerici dettati dal Decreto Flussi emesso dal Ministero dell'Interno.

 

Conversione da studio a lavoro subordinato:

 

  • Essere in possesso di un permesso di soggiorno per motivi di studio in corso di validità.
  • Presentare una proposta di assunzione da parte di un datore di lavoro privato, contenente tutti gli elementi essenziali del contratto (mansioni, luogo/sede di lavoro, durata, retribuzione).

 

Conversione da tirocinio a lavoro subordinato:

 

  • Avere un permesso di soggiorno per studio in corso di validità.
  • Ricevere una proposta di assunzione con contratto di lavoro subordinato.
  • Attestare il completamento del tirocinio formativo previsto, rilasciando apposita certificazione con esito positivo.

 

I requisiti appena descritti, debitamente documentati, devono essere integralmente soddisfatti per avviare le procedure specifiche presso le autorità competenti.

ELENCO DOCUMENTI PER CONVERSIONE LAVORATORE AUTONOMO
DECRETO FLUSSI QUOTE MINISTERIALI AUTON
Documento Adobe Acrobat [118.8 KB]

ELENCO DOCUMENTI PER CONVERSIONE LAVORATORE SUBORDINATO
DECRETO FLUSSI QUOTE MINISTERIALI SUBOR
Documento Adobe Acrobat [119.4 KB]

VUOI CHIEDERE LA CARTA BLU PER ASSUMERE UN LAVORATORE ALTAMENTE QUALIFICATO DALL'ESTERO?

SEI UNA AZIENDA E CERCHI UN SUPPORTO STRUTTURATO CHE SOSTENGA LA TUA DOMANDA DI CONVERSIONE DEL PERMESSO DI SOGGIORNO DA STUDIO A LAVORO?

VUOI CHIEDERE LA CARTA BLU PER ASSUMERE UN LAVORATORE ALTAMENTE QUALIFICATO DALL'ESTERO?

 

Con Business Lab la nostra Area costruita per le aziende è molto semplice trovare la risposta a ciò che la tua azienda sta cercando.

 

Conversione permesso soggiorno: il team professionale di Dinamica

Si occupa della raccolta della documentazione e di dare tutta l'assistenza necessaria al completamento della domanda e si accerterà dei titoli richiesti per l'ingresso che siano in forma idonea e coerente al decreto legislativo.

 

Al richiedente sono concessi molti dei diritti paritari ad un cittadino italiano.

 

I nostri professionisti di settore potranno esaudire tutte le richieste e dubbi sulla domanda e su quali diritti può esercitare un cittadino richiedente LA CONVERSIONE DEL PERMESSO DI SOGGIORNO.

 

La nostra esperienza ti porta lontano!

Richiedi il nostro supporto un monte ore dedicato alla tua domanda aziendale sostenuta con professionalità da un team specializzato e sempre informato sulle decreti legislativi in tema di concessione di autorizzazioni e decreti flussi e quote ministeriali per l'ingresso di lavoratori stranieri.

 

Dinamica e il suo team

 si impegna a presentare la domanda al ministero sulla base dei principali dettami e consoni ai termini di presentazione per l'ottenimento del nullaosta lavoro al cittadino extraeuropeo residente all’estero.

 

Nella domanda per flussi migratori sono dichiarate la tipologia di inquadramento che l'azienda intende riservare al nuovo lavoratore straniero, e la residenza dove il cittadino straniero risiede e altra documentazione opportuna.

 

La nostra Agenzia si occupa di seguire la vostra organizzazione nel raccogliere le informazioni primarie e tutta la documentazione idonea alla presentazione della domanda per l'ottenimento del nullaosta lavoro e di conseguenza la conversione del permesso di soggiorno da studio a lavoro.

 

La domanda sarà successivamente valutata dagli organi competenti e di conseguenza decreteranno il rilascio del nullaosta lavoro, effettuando comunicazione ufficiale sull'indirizzo PEC del datore di lavoro.

 

Le quote di partecipazione al decreto flussi sono decretate dal ministero e l’apertura delle quote può anche non essere consecutive di anno in anno.

 

TI ASSISTIAMO IN TUTTO L'ITER DI PRESENTAZIONE.

 

Conversione di permesso di soggiorno: ecco come lavora Dinamica

Le procedure per la presentazione della domanda di conversione permesso di soggiorno da studio a lavoro prevedono l'assistenza di operatori specializzati. Attraverso i servizi per stranieri offerti dall’agenzia, è subito verificata la sussistenza dei requisiti normativi in capo al soggetto richiedente.

 

Una volta raccolta tutta la documentazione necessaria, tramite l'ente o il privato, è predisposta l'istanza su supporto informatico come previsto. La verifica formale e sostanziale della domanda, corredata da idonea certificazione delle informazioni riportate, deve essere eseguita dagli operatori al fine di poterne attestare l'ammissibilità.

 

Le tempistiche di perfezionamento della procedura sono subordinate al rispetto di tutti i requisiti normativi, all'assenza di elementi ostativi e alla completezza documentale della richiesta.

 

La presentazione dell'istanza può pertanto avvenire soltanto una volta acquisita la documentazione pertinente e sottoposta alla necessaria istruttoria da parte dei servizi per stranieri incaricati.

 

Dinamica le università e le aziende italiane

Numerose università e aziende private si affidano ai servizi di agenzie specializzate per le procedure di conversione del permesso di soggiorno da studio a lavoro. Gli atenei italiani richiedono spesso assistenza per agevolare i cittadini stranieri in possesso di un titolo di studio universitario rilasciato in Italia che, una volta conseguita l'abilitazione, devono modificare il titolo di soggiorno per poter svolgere un'attività lavorativa.

 

Anche le imprese, dopo aver assunto laureati extracomunitari sulla base di un regolare contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato o determinato, necessitano del supporto di professionisti per completare le pratiche autorizzative richieste.

 

Nel rispetto della normativa in materia di privacy, le agenzie incaricate della gestione di tali procedimenti amministrativi raccolgono ed elaborano i dati personali degli assistiti, adottando idonee misure di sicurezza per impedirne l'accesso o il trattamento a soggetti non legittimati.

 

L'obiettivo è assicurare la corretta traduzione delle informazioni in atti e documenti giuridicamente validi, facilitando il perfezionamento delle conversioni lavorative richieste da università, datori di lavoro e personale straniero.

Ci hanno già scelto
crossmenu
error: Content is protected !!